venerdì 21 dicembre 2007

Keywords & Key Ideas

Ci sono parole chiave che occupano i titoloni dei giornali, le pubblicità, le carte dei valori delle aziende, i business plan e a cascata anche il discorso pubblico.
Innovazione, wired, creatività, talenti (o talents quando l'italiano non può bastare), territorio, comunicazione integrata poi olistica... ecceterum eccetera ecceteris.

In realtà queste keywords - che spesso servono a riempire la bocca (dei più boccaloni) e che noi Praners usiamo a man bassa - oltre a far parte di una retorica pubblica sono concetti (memi) che emergono dal discorso pubblico e di cui spesso ci convinciamo dell'utilità e della loro assoluta necessità.

Mi propongo un gioco: indovinare assieme a chi legge le nuove keywords e quindi le key ideas, quelle che segneranno il 2008 in Italy.

Secondo me Change e i suoi omonimi (transformation, mutation) sarà la keyword 2008. Quella che farà figo inserire nel payoff aziendale o nel business plan di turno. Non scopro nulla di nuovo ovviamente: ho sentito (ma potrei sbagliarmi) che Clinton avrebbe coniato per la moglie lo slogan Change, Change, Change; Methodos (la società di consulenza aziendale-manageriale più sgamata d'Italia) si occupa di Change Management e cambiamento culturale già da tempo...


Ma sono avanguardie di una retorica che ci investirà nei prox mesi. credo. Voi che ne pensate?