lunedì 21 gennaio 2008

Arriva la recessione... PR attenzione!

Ormai data per scontata negli States, anche nel mercato UK si parla di una pesante recessione che ovviamente investirà anche gli investimenti in comunicazione (c'è chi sostiene invece che si limiterà a una contrazione sulle Financial PR) e le agenzie di PR - ekkeppalle! In Italia pure si presume arriverà questa onda lunga anche se con il consueto ritardo (uff... non ne eravamo appena usciti???).
E allora mi sembra interessante leggere i suggerimenti di Lord Chadlington (veterano delle PR e CEO di Huntsworth group) inviati a PR Week con una lunga lettera... che sintetizzo velocemente.
"Avendo vissuto 3 recessioni ho imparato a riconoscere 5 regole chiave per il settore della consulenza aziendale.
La prima lezione è che tutte le notizie in una recessione sono cattive: mentre nei periodi di grassa si può sperare che le cose che vanno male possano volgere al meglio, nei periodi difficili invariabilmente accade che vadano male. Occorre quindi essere oggettivi, volitivi e freddi nell'analisi (lasciate Poyanna a casa!)
Secondo, anticipando e affrontando le cattive notizie presto è possibile prendere le decisioni difficili che andrebbero prese senza rimandarle troppo tardi.
Terzo, il business delle PR dipende dai costi non dai ricavi. Taglia, taglia, taglia. Meglio un profondo taglio nei costi subito che successivi tagli che abbattono il morale
Quarto, puoi avere qualche affare che va bene e che può continuare a funzionare; gli affari che vanno male durano anni. Sono importanti i profitti, ma avere cash, soldi in cassa, conta molto di più nei periodi di recessione.
Quinto, i tuoi clienti ti diranno cosa fare. Vai dai clienti, pianifica il 2008 e soprattutto ascolta cosa dicono. Loro hanno questa stessa checklist sotto gli occhi e quindi i tuoi fee sono a rischio come qualsiasi altro costo.
Sono suggerimenti validi anche nei periodi di vacche grasse, ma in periodi di recessione un errore può significare rimanere in ginocchio..."
by Peter Chadlington. Lord in Londra, ovviamente.
- CEO Edelman Europe David Bain
- direttore generale PRCA Francis Ingham
ps: è bellissima la riverenza inglese per i vari lord, quando intervengono con una lettera sui media o a eventi pubblici. Devo dire che ricorda vagamente (ma molto vagamente) una pari riverenza che di questi giorni spopola anche qui da noi...