venerdì 8 febbraio 2008

Confessioni di uno spammer pericoloso

da Vision post
Di Nicola Bruno 08/02/2008 - 11:38
La differenza tra un'e-mail indesiderata e il marketing? Nessuna. Parola di «Donald», uno degli «inquinatori» più ricercati della rete. Guadagna fino a 30 mila euro al mese e si considera solo un uomo d'affari: «offro alla gente quello che vuole».
«Donald» è solo un nickname, scelto per ovvi motivi di sicurezza. Il suo vero nome, invece, compare nelle liste degli spammer più attivi sul fronte del phishing (lo «spillaggio» di dati sensibili) e delle botnets (le reti di computer «zombie», controllati da remoto per inviare grandi quantità di mail)... continua
Noi non dovremmo farlo.