mercoledì 13 febbraio 2008

Prevenire è meglio che curare... una crisi di reputazione

City attenta! Il caso Société Générale allerta le banche inglesi...


Come riporta PRWeek questa settimana, Société Générale ha affidato all'agenzia di PR della City FD la gestione della comunicazione di crisi per i recenti fattacci.
In realtà FD era già l'agenzia di PR di Société Générale che ha ampliato il mandato proprio in occasione della notizia delle enormi perdite.
La strategia è stata molto chiara fin dall'inizio: incanalare tutti i sospetti su un rogue trader, Jerome Kerviel, che i massimi dirigenti della società hanno anche dipinto come un “mago”. In realtà già nei primi interrogatori Kerviel ha dichiarati che alcuni suoi superiori erano al corrente di quel che accadeva.
Sicuramente sapevano tre giorni prima dell'annuncio e sono riusciti a gestire la crisi prendendo l'iniziativa e costruendo un frame interpretativo che limitasse i danni di reputazione dell'intera struttura.
Una classica tattica da crisi di comunicazione, identificare e isolare una causa per gestirla con più forza... commenta l'opinionista di PRWeek Danny Rogers e continua avvertendo le banche della City che se le avvisaglie di trading sospetti fossero fondate sarebbe bene che tutte si premunissero assoldando un'agenzia di PR in grado di dare un oggettivo giudizio sulle pratiche interne, per poi gestire al meglio la crisi.
Per salvare la reputazione di tutto il sistema.