giovedì 10 aprile 2008

Elezioni. A parte Bonfa... mi sono annoiato

Non ho seguito tanto la campagna elettorale; ho letto, mi son tenuto informato, mi sono annoiato e non ci ho lavorato. Anche sul blog infatti non ne ho quasi mai parlato.
Non mi sembra che questa campagna abbia riservato grandi innovazioni comunicative da parte dei vari schieramenti: a parte prima della caduta di Prodi con l'azione iniziale di partecipazione (con la costituzione e le successive primarie) promossa dal PD, il lancio di prodotto dal predellino di piazza S. Babila, un nuovo look per Silvio, un po' più di pacatezza nei toni e qualche spazio facebook/myspace dei partiti.
Per il resto nella campagna vera e propria il solito tran tran: gazebo, comizi, pullman e tanta noia.
Mi sembra sia stata un'occasione persa comunicativamente parlando. Probabilmente è l'elettorato stesso ad essere stanco della campagna elettorale permanente e quindi i partiti hanno faticato a comunicare con un interlocutore stanco.
Ho trovato nei giorni scorsi invece questo bel prodotto comunicativo: le avventure di Barbolino, senatore (bis?), realizzato dal fumettaro modenese Bonfa (autore tra gli altri di Leo Pulp, Cattivik).
Dopo aver pubblicato in passato alcune strisce sul senatore Barbolini (PD, ex sindaco DS di Modena) quest'anno Bonfa ha pubblicato un opuscolo filastrocca satirica a fumetti.
Questa campagna mi ha lasciato questo. Il web usato male. Campagne di fund raising non eclatanti. Qualche sclerata di Silvio e qualche scopiazzata di Walter. Nient'altro. Sono stato distratto?