lunedì 29 settembre 2008

ALITALIA non è sola...

L'editoriale di apertura di PRWeek è dedicato alle ricadute che la crisi del settore viaggi sta avendo sulle agenzie di PR inglesi. A parte il recente fallimento del 3o più grande tour operator inglese XL Leisure, a parte la cronica difficoltà di tutto il settore (margini bassissimi a fronte di un turista sempre più sgamato e individualista, internet oriented e difficile da gestire) il boss di British Airles se ne è uscito che entro fine anno andranno in bancarotta almeno 30 linee aeree... mica poche.

E intanto sarà capitato a tanti di noi, oltre che seguire la telenovela All'italiana, di vedere segnali di solidarietà (forse una campagna di PR?) per la nostra compagnia di bandiera sia su giornali (con inserzioni di fornitori) sia per le strade (ad esempio ho visto alcuni tir con il logo A. e un qualche motto di sostegno).

Non ho letto tanto in merito ad Alitalia a livello comunicativo e di argomenti ce ne sarebbero: dall'immagine/reputazione della compagnia alla percezione principalmente negativa di cui hanno sofferto sindacati vari & co. fino ad arrivare alle dichiarazioni di politici-imprenditori-opinionisti, ecc.

Non ho visto tanto a parte, oggi, un bel post dell'amico e collega Marco Dirani sul blog Relations Routes