martedì 23 dicembre 2008

A Natale... su il Morale!

Relazioni pubbliche: un business splendente!
Le Rp in controtendenza rispetto alla “depressione della pubblicità”: a spiegarlo è lo specialista dei media, Jack Myers, convinto che il modello dell’agenzia di advertising si sia rotto irreparabilmente.



Il guru delle previsioni e specialista dei media, Jack Myers, ritiene che le Relazioni pubbliche saranno in controtendenza rispetto alla “depressione della pubblicità”, che vede il business fatto a pezzi completamente nel 2010.
Myers ha previsto un triennio mai visto prima: tre anni di declino della pubblicità e del marketing communication a partire da quest’anno.
Prevede che la spesa in pubblicità diminuirà del 2.4 per cento (a $ 228B) nel 2008, provocando una caduta complessiva della pubblicità e del marketing a $ 749B. Ritiene, inoltre, che la spesa per le Rp quest’anno aumenteràdel tre percento (a $ 4.4B).
Il cappio si stringerà il prossimo anno. Prevede, infatti, che la spesa in pubblicità diminuirà di un netto 6.7 per cento (a $ 213B) così come la spesa totale scenderà 4.1 per cento (a $ 717B). Le Rp, invece, salteranno in avanti di un altro tre per cento (a $ 4.5B).
L’“emorragia”, secondo Myers, diminuirà leggermente nel 2010. La spesa in pubblicità si fletterà del 2.3 per cento (a $ 208B) mentre le Rp salteranno del sei percento (a $ 4.8B).
Myers ha riferito, inoltre, che il declino della cosiddetta adland (terra della pubblicità) non è dovuto solo ad un’aspra economia. “E’ secolare e sistemico. È come passare da un’economia agraria ad una industriale”.
La pubblicità è nel bel mezzo di un cambiamento epico perché lo spot di 30 secondi “non è più il migliore”, ha detto Myers.
La comunicazione è ormai un “processo interattivo e controllato dal consumatore”, che fa ben sperare per il business delle Relazioni pubbliche.
tratto da O’Dwyer Public Relations News
Leggi qui “Advertising depression” di Jack Myers