martedì 14 aprile 2009

Piccolo Spazio... (redazional) Pubblicità!

Siamo ai saldi. Quelli da situazione in mezzo al guado...
Solo stamattina ho avuto la visita di due venditori di spazi pubblicitari: un appuntamento pianificato, l'altro estemporaneo.
Prezzi sparati alti (come al solito) ma veloci virate verso l'offerta stracciatissima. Pubblicità, ma ancor meglio redazionali (senza alcun segno distintivo a differenziarli dall'articolo "vero") su queste nuove testate.
E dei due venditori almeno uno mi era presentato dal suo call center come giornalista.
Poi tralascio sempre in giornata l'editore-a-marketta e il giornalista direttore responsabile dei report speciali (leggasi inserti pubblicitari).
Oddio, tutto legittimo. Tutto estremamente nella norma ormai normalnormata.
Ma fa bene leggere il richiamo ai suoi colleghi (così lo interpreto io) da parte di De Bortoli sul Corriere commentato da TMF, alla luce di quanto si vede: il giornalista del XI sec. è cantore a pagamento, spin doctor improvvisato (come sostiene Guy DeBortols) o quel vecchio bastardo del Cittadino Kane?