giovedì 23 aprile 2009

PR & Ferrari... Amarcord '70

L'altro giorno in un bel talk show con Mauro Forghieri, mitico e storico direttore sportivo e progettista della Ferrari, c'è stato un veloce ricordo del passaggio di consegne tra lui e il giovane PR educato negli Stati Uniti che rivoluzionò il rapporto tra media e Ferrari GES: Luca Montezemolo.
Mentre prima Enzo Ferrari tendeva a gestire i rapporti con i giornalisti in maniera molto parca e riservata, dando un "premio" al giornalista che si comportava bene (dove il premio consisteva nel concedergli tempo e qualche battuta) con Montezemolo negli anni '70 le cose cambiano
La gestione dei giornalisti (prima spesso in mano a Ferrari stesso, a Forghieri e Gozzi, uomo di fiducia del grande vecchio) diventa una gestione di relazioni pubbliche vera e propria in cui il giovane Montezemolo può permettersi di dire cose che prima gli altri non si azzardavano neppure a pronunciare - come confessa Forghieri - e questo anche grazie all'imprimatur dell'Avvocato.
Mi piaceva condividere questo amarcord di relazioni pubbliche anni '70, che è emerso l'altro giorno a Modena terra di Motori durante la presentazione del libro Trent'anni di Ferrari e oltre di Forghieri e Buzzonetti.