domenica 18 ottobre 2009

Reputazione d'Italia


Negli ultimi mesi si è assistito a un crescendo di attenzione mediatica ineìternazionale nei confronti dell'Italia, soprattutto in merito alle peripezie Silviesche. I giornali esteri “sputtanano l'Italia”? La scorsa settimana, il 13 ottobre, è uscito sul Sole 24 Ore una breve ma interessante riflessione di Miguel Gotor su quanto la “brutta fama del Belpaese” sia in parte spiegabile anche per un'invidia e il persistere di luoghi comuni di cui L'italia è vittima.

La domanda da comunicatori che dobbiamo porci è: in che modo possiamo migliorare la Reputazione d'Italia? Non sarebbe bene anche pensare a un organismo di stato (possibilmente non di governo) che si occupi dell'immagine e della reputazione italiana? Una sorta di task force per la gestione delle RP del paese che persegua una strategia di fondo, che abbia una missione una vision del paese. Non mi risulta attualmente esista, se non come ministero degli Esteri e rete diplomatica.

Sarebbe bello che in questo ambito anche le associazioni professionali e imprenditoriali (Ferpi, Assorel, Assocomunicazione, TP, Unicom, ecc.) offrissero senza nulla pretendere una board di indirizzo per comunicare il paese e migliorarne la reputazione... ma già mentre lo scrivo, mi spuntano mille perplessità.