mercoledì 1 ottobre 2014

Efficacia nelle relazioni interpersonali e nella gestione del cambiamento: lavorare sulla cerchia di influenza

Sto ascoltando in audiolibro 8th habit di Stephen Covey. La premessa è che si tratta di una opera utile e in diverse parti molto interessante e inspiring; forse non quanto "The 7 habits" ma sufficientemente per leggerselo e rileggerselo un paio di volte.
Nella seconda, parte quella dedicata alle relazioni e alla propria capacità di ispirare gli altri, c'è un capitolo molto illuminante che parla di come sia possibile incidere positivamente sul cambiamento e sui propri stakeholder.
Covey individua doversi approcci in una scala graduale che va da 0 al max di influenza: dal non far nulla al chiedere, dal fare recomandations all'utilizzare "I intend to" fino al prendere l'iniziativa in prima persona. In ogni caso Covey suggerisce di focalizzarsi sulla propria cerchia di influenza, perché altrimenti si rischia di disperdere energie concentrandosi sulla più ampia cerchia di "concern".